La conquista fiorentina in Romagna

I TERRITORI ROMAGNOLI SOTTO IL DOMINIO DELLA REPUBBLICA DI FIRENZE, DEL GRANDUCATO DI TOSCANA E DALL’UNITA’ D’ITALIA ALLA PROVINCIA DI FIRENZE 
Capitanes province Florentine in partibus Romandiole dal 1386, Provincia della Romagna Toscana (1542-1772), Dipartimento dell’Arno (1812-14), Circondario di Rocca San Casciano (1814-1923).
 

La “conquista” fiorentina dell’appennino romagnolo era iniziata con la sottomissione o gli “acquisti” delle terre e castelli di Portico (1341), con l’annessione di Palazzuolo sul Senio (1363), di Modigliana (1377), della Contea di Calboli (1382 compreso Predappio fino al 1424), di Castrocaro (1403), di Dovadola e Piancaldoli (1405) ed era proseguita per tutto il secolo XV.  
Dal 1386 è documentata l’esistenza di un Capitanes province Florentine in partibus Romandiole con funzioni probabilmente militari e civili di alcune “enclave” romagnole oltre lo spartiacque appenninico.
L’esapansione toscana nei territori transappenninici prosegue per tutto il XIV° secolo e, da metà del '500, con l’avvento al potere di Cosimo I de Medici, si stabilisce nello spazio montano e collinare romagnolo un confine più evidente tra lo Stato del Papa e il Granducato toscano.

Il 23 Agosto 1542 con una “provisione” del Senato dei Quarantotto di Firenze venne istituita la «Provincia della Romagna Toscana». Fanno parte della nuova Provincia le comunità di Firenzuola, Palazzuolo, Marradi, Modigliana, Tredozio, Portico, Rocca San Casciano, Dovadola, Castrocaro, Premilcuore, Bagno di Romagna, Verghereto, Sorbano, Galeata,Santa Sofia.

Con l’ascesa al potere di Cosimo I de Medici a difesa dei confini dello Stato toscano vengono costruite grandi fortezze e nuove città di frontiera, nel 1548 Cosmopoli (cioè Portoferraio) nell’isola d’Elba, nel 1564 Eliopoli (cioè Terra del Sole) nella Romagna fiorentina, nel 1566 Sasso di Simone sul confine con il ducato di Urbino e nel 1571 Livorno.

L’8 Dicembre 1564, giorno dedicato al culto dell’Immacolata concezione,venne celebrata la posa della “prima pietra” per la fondazione della nuova città-fortezza di Terra del Sole voluta da Cosimo I° de Medici. Nel 1579 Terra del Sole fu eletta capitale della Provincia della Romagna Fiorentina e il primo Commissario, Antonio Dazzi, fece “traslocare” da Castrocaro il Bargello, il Giudice , la Corte civile e criminale e il Cancelliere. La fortezza fu disarmata nel 1772 e nel 1776 fu soppressa anche la Provincia.

Nel 1864 con l’Unità d’Italia questi territori romagnoli vengono aggregati nel Circondario di Rocca San Casciano, giurisdizione della Provincia di Firenze.
 Il 4 marzo 1923, gran parte dei Comuni dell’antica Provincia della Romagna Toscana, vengono “trasferiti” alla provincia di Forlì, ad esclusione dei Comuni di Marradi, Palazzuolo (usciti dal Circondario nel 1848) e Firenzuola.

Visita dei confini con gli stati alieni 


Tutto il pubblicato in questo sito è sotto licenza "Creative Commons" sul diritto d'autore
Non opere derivate 3.0 ItaliaCreative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale

 

Nessun commento:

Posta un commento